Leta Semadeni

Leta Semadeni
© Foto: Mario del Curto

Leta Semadeni

Premi svizzeri di letteratura 2016

Leta Semadeni è nata a Scuol nel 1944 e ha studiato lingue all’Università di Zurigo. Dopo avere insegnato e soggiornato in America latina, Parigi, Berlino e New York, dal 2005 vive e lavora come scrittrice a Lavin. Leta Semadeni scrive prevalentemente poesie, in romancio e tedesco, che traduce personalmente nell’altra lingua. «Tamangur» è il suo primo romanzo.

 

 

«Tamangur»

In 73 scene Leta Semadeni racconta come una bambina e una nonna cerchino di capirsi raccontandosi le loro vicende e osservazioni in un villaggio grigionese. Mosse dalla candida curiosità della bambina e dalla pungente perspicacia della nonna, le scene si librano tra mestizia e scherno, tra realismo e fantasia. «Tamangur» è il luogo misterioso in cui si è recato il nonno dopo la morte, paradiso dei cacciatori e sfera del «come se». Questo luogo della memoria e dell’anticipazione plasma tutte le scene conferendo uno spessore stratificato ricco di tensioni. L’autrice grigionese bilingue è riuscita con «Tamangur» a scrivere una significativa opera di prosa in lingua tedesca.

Zürich, Rotpunkverlag
ISBN 978-3-85869-641-0

Premi
2011 Premio Letterario Grigione
2011 Premio della Fondazione svizzera Schiller per «In mia vita da vuolp / In meinem Leben als Fuchs» e per la sua opera poetica.
2016 Premio svizzero di letteratura